PENCO Carlo Professore Ordinario
Sede: via Bensa 1
Tel: 010 209 5785
Email: penco[at]unige.it
Home Page: http://www.dif.unige.it/epi/hp/penco/

orario ricevimento 2015 lunedì ore 16-18  studenti; laureandi su appuntamento.

Lezioni del 2015-2016 (secondo semestre):
‚Äď filosofia del linguaggio (Triennio filosofia)
‚Äď teoria della comunicazione (Biennio Giornalismo ed Editoria e Biennio Metodologie Filosofiche)

Curriculum

STUDI. Ho deciso di dedicarmi alla filosofia dopo aver seguito le lezioni e partecipato a stupende conversazioni con Annagrazia Papone (docente di Storia della filosofia contemporanea). Laureato nel 1972 a Genova con Evandro Agazzi, ho conseguito nel 1977 il diploma di specializzazione postlaurea in Filosofia della Scienza con una tesi sulla filosofia della matematica di Wittgenstein (referenti: Evandro Agazzi, Andrea Levi e Romeo Crippa). A quel tempo in Italia non esisteva ancora il Dottorato di ricerca.
Ho studiato a Cambridge con Timothy Smiley e a Oxford con Michael Dummett, di cui ho curato l’edizione italiana di Frege, Philosophy of language. Ho passato un periodo di ricerca a Pittsburgh seguendo un seminario di Robert Brandom e John McDowell. Ho speso il¬†2014 in¬†un periodo di ricerca all’Institute of Philosophy (University of London).
INSEGNAMENTO. Dal 1972 ho tenuto seminari all’Universit√† di Genova, dove sono divenuto ricercatore mel 1981. Ho insegnato filosofia della scienza all’Universit√† di Lecce (1988-1991); attualmenteinsegno corsi di filosofia e teorie del linguaggio (M-FIL/05) presso la Scuola di Scienze Umanistiche e la scuola di Scienze Sociali.
VISITING. Ho tenuto conferenze o lezioni in diverse Universit√† italiane ed estere tra cui: ¬†Barcellona, Columbia University (New York), Heidelberg, Carnegie Mellon (Pittsburgh), London (King’s College), Univ. Catholique de Louvain, Pittsburgh University, University of Iceland at Reykjav√¨c, Institute of Philosophy (London), University of Norwich, St. Cross College (Oxford).
ATTIVITA’ ACCADEMICHE. Presidente Biennio di Metodologie filosofiche (fino al 2010), Responsabile della Scuola di Dottorato in Scienze Umane, Responsabile informatico del Dipartimento di filosofia, membro di diverse commissioni di Corsi di laurea, Facolt√† e Ateneo (Com. Biblioteca, Com.Piani di studio, Com. Nuovi ordinamenti, Com. Web di Facolt√†, Com. web di Ateneo,…). Responsabile di diversi gruppi di ricerca locali e nazionali (PRIN).
ATTIVITA’ CULTURALI. Sono stato membro del Consiglio direttivo della SILFS (Societ√† Italiana di Logica e Filosofia della Scienza) della SIFA (Societ√† Italiana di Filosofia Analitica-presidente 2002-2004), e dell’ESAP (European Society for Analytic Philosophy). Sono nel comitato di redazione della rivista Epistemologia e nel consulting board delle riviste European Journal of Analytic Philosophy, Theoria (Sweden), ed ho fatto da referee per varie riviste tra cui Abstracta, Dialectica, Epistemologia, Erkenntnis, EUJAP, Journal of History of Analytic Philosophy, Mind, Philosophia, Rivista di filosofia, Synthese, Topoi. Ho partecipato alla organizzazione e al referaggio dei contributi di diversi Convegni internazionali per la SIFA, la ESAP, l’AISC, SPR (“Semantic, Pragmatics and Rethorics”), BICA (“Biologically Inspired Cognitive Architectures”), “Context and Ontology”, CONTEXT (“Modeling and Using Contexts”). Ho organizzato diversi convegni anche a Genova, e tra questi una serie di workshop on contexts (WOC, di cui l’ultimo nel 2010).

Linee di Ricerca

  • Il pensiero di Frege e Wittgenstein in connessione sia con la filosofia della matematica che con la filosofia del linguaggio.
  • Rapporti tra le teorie del significato inferenziali, le scienze cognitive e l’intelligenza artificiale.
  • Rapporti tra semantica e pragmatica e il problema del trattamento del contesto (con particolare riferimento a descrizioni definite e dimostrativi).

Pubblicazioni

(Lista completa delle pubblicazioni nella HP Inglese)   (Lista completa pubblicazioni con dettagli)

Libri

  • Frege, Carocci, 2010 [recensioni: Il Sole24Ore 21.11.2010, Recensioni filosofiche]
  • Introduzione alla filosofia del linguaggio, Laterza bari Roma 2002 (7 ed. 2013; trad. portoghese 2006).[recensioni: Il Sole24ore,Epistemologia, L’Indice, Recensioni filosofiche]
  • Vie della Scrittura. Frege e la svolta linguistica in filosofia, Milano, Angeli, 1994 (2 ed. 2002).
  • Matematica e gioco linguistico. Wittgenstein e la filosofia della matematica del ‘900 Le Monnier, Firenze, 1981.

Cure editoriali recenti:

  • (con Eva Picardi): Gottlob Frege, Scritti logici, Laterza, Bari, in via di pubblicazione
  • (con Andrea Bottani): Significato e teorie del Linguaggio, Milano: Angeli (2 edizione 2014) [recensionI¬†Il Sole 24; Epistemologia]
  • (con Filippo Domaneschi: What is Said, Stanfod: CSLI Publications, 2013. [recensioni: Il Sole 24 ore][Disputatio]
  • (con M. Beaney, M. Vignolo), Explaining the Mental, Cambridge Scholar Publishing, Nottingham, 2007
  • La svolta linguistica (saggi di Akman, Benzi, Bianchi, Bouquet, Frixione, Motterlini, Perry, Predelli, Sbis√†, Varzi, Vassallo) McGraw Hill, 2002 [recensione Epistemologia]
  • (con Eva Picardi): Gottlob Frege, Senso, funzione e concetto (scritti filosofici 1891-1897) Laterza, Bari, 2001.
  • Filosofia analitica. Saggi di Frege, Russell, Wittgenstein, Quine, Austin, Grice, Searle, Putnam – La Nuova Italia, Firenze, 2001.

Alcuni articoli recenti:

  • (con F. Domaneschi) “Semiotics’ Internal Conflict” forthcoming in Rivista Italiana di filosofia del linguaggio 2015
  • “Donnellan’s Misdescriptions and Loose Talk” in Kepa Korta & Maria Ponte (a cura di) Reference and Representation in Language and Thought, Oxford: Oxford University Press, 2015 (forthcoming).
  • (con F. Domaneschi, E. Carrea, A. Greco) “The cognitive Load of presupposition triggers: Mandatory and optional repairs in presupposition failure”, in Language and Cognitive Processes 2013
  • “Sense and Linguistic meaning: a solution to the Kripke-Burge Conflict”, in Paradigmi, 2013/III: 75-89.
  • “Il concetto di prova da Frege a Wittgenstein”, in A. Di Giorgio e D. Chiffi (a cura di) Prova e Giustificazione, Giappichelli, Torino, 2013 (51-89)
  • “Indexicals as demonstratives: on the debate between Kripke and K√ľnne” in Grazer Philosophische Studien, 88, 2013
  • (with Santoro) “New Perspectives on Analytic Pragmatism”, Philosophia, (2012) 40: 1-11
  • “Updating the Turing Test: Wittgenstein, Turing and Symbol Manipulation”, in Open Journal of Philosophy, 2, pp. 189194)?www.scirp.org/journal/PaperDownload.aspx?paperID=21647
  • “Frege, tra logica e poesia” in Anterem, 36: 55-59
  • “Verit√† e contesto” in Diritto e Questioni Pubbliche, 11: 287-312
  • “Essentially Incomplete Descriptions” in European Journal of Analytic Philosophy, 2010, 6: 47-66
  • “The influence of Einstein on Wittgenstein’s philosophy ” in Philosophical Investigations , in via di pubbl. 2010
  • “Rational procedures” in Yearbook of Philosophical Hermeneutics: The dialogue, Das Gespraech, Il Dialogo, M√ľnster, 2009.
  • “Inferenza e contesto: quali limiti alla libert√† di parola?”, in Cassazione penale, XLVIII, 2008 (3060-3075).
  • “Context and Contract” in Perspectives on Contexts,edited by Paolo Bouquet, Luciano Serafini, and Rich Thomason. CSLI,Stanford, 2008.
  • “Idiolect and Context” in R.E.Auxier – L.E. Hahn, The Philosophy of Michael Dummett, The Library of Living Philosophers, vol. XXXI, Open Court, 2007.
  • “Competenza pragmatica come filtro”, in M.Andronico, A.Paternoster, A. Voltolini, Il significato eluso. Saggi in onore di Diego Marconi, Rivista di Estetica, n. 34(1/2007), anno XLVII
  • “Etica e giustificazione” in R.M.Calcaterra (a cura di), Le ragioni del conoscere e dell’agire. Scritti in onore di Rosaria Egidi, Angeli, Milano, 2006.
  • “Keeping Track of Individuals: Brandom’s Analysis ofKripke’s Puzzle and the Content of Belief”, in Pragmatics andCognition, 13:1 (2005), 177-201.
  • “Converging towards What? on semantic and pragmatic competence”in P. Bouquet, L. Serafini, Context representationand reasoning 2005, proceedings of the first international workshop, CEUR-WS,vol.136,2005.
  • “Frege, sense and limited rationality” History of Modern Logic Vol.9, 2001-2003 (Issue 29)pp.53-6
  • “Frege: Two thesis, two senses”, in History and Philosophy of Logic 2003, vol. 24, n.2 (pp.87-109).
  • “Filosofia del linguaggio” in F. D’Agostini – N.Vassallo (editors) Storia della filosofia analitica, Einaudi, Torino, 2002.
  • “Contesto, normativit√† e contrattazione semantica” in P. Parrini (acura di) Conoscenza e Cognizione, tra filosofia e scienza cognitiva,Guerini, Milano, 2002 (pp.257-273)
  • “Local Holism” in Lecture Notes in AI Volume 2116 Springer Verlag, July 2001 (pp.290-303)
  • “Modelli e esperimenti in psicologia”, in P. Cherubini, P. Giaretta E A. Mazzocco (a cura di), Ragionamento: psicologia e logica, Giunti, Firenze 2000.
  • “La verit√† nella filosofia analitica” in M. Marsonet, Il concetto di verit√† nel pensiero occidentale, il melangolo, Genova, 2000 (111-130).
  • ” Three alternatives on contexts” in D. Marconi (editor) Knowledge and Meaning. Topics in Analytic Philosophy edizioni Mercurio, Vercelli , 2000, (pp.113-130).

Didattica

  • Filosofia del linguaggio (Triennio filosofia)
  • Propedeutica filosofica (Triennio filosofia 2006-2007)
  • Teoria della comunicazione (Biennio Metodologie filosofiche- sospeso dal 2008-2009)
  • Teorie della comunicazione (BIennio Informazione ed Editoria: dal 2012-2013)
  • Ontologia (Biennio Metodologie filosofiche fino al 1011-2012)
  • Laboratorio di Comunicazione (Triennio Scienze della Comunicazione- dal 2003 al 2007)
  • Semiotica dei media (Biennio Scienze della Comunicazione Sociale e Istituzionale dal 2005 al 2007; ripreso 2009-2010)

Il primo modulo di filosofia del linguaggio serve per imparare a parlare, leggere e scrivere di filosofia, partendo dai temi classici legati al linguaggio (cosa è un segno? Che rapporto vi è tra segni, parlanti, oggetti? Cosa è il significato?). Si offrono gli strumenti base per orientarsi nel campo della filosofia del linguaggio. Il secondo modulo offre possibilità di approfondimento sul dibattito attuale in alcuni settori della filosofia del linguaggio
Il corso √® appoggiato da materiale reperibile in internet sulle pagine web della sezione Epistemologia del Dipartimento di Filosofia (alla voce “materiale didattico”).

Filosofia del linguaggio: guida alla lettura di Gottlob Frege: “senso e riferimento” (guida on line per le scuole medie)

Diversi seminari per studenti e dottorandi vengono organizzati nell’ambito delle ricerche promosse dalla sezione Epistemologia, e parte di questi sono rilevanti per la filosofia del linguaggio.
E’ utile aver seguito un corso di logica e di storia della filosofia contemporanea. Per la bienalizzazione e’ importante aver dato un esame di logica (che serve comunque!). Corsi affini, oltre ai precedenti, sonoFilosofia della Scienza, Storia del pensiero scientifico, Filosofia della mente e Filosofia della Conoscenza.
A seconda degli interessi specifici gli studenti sono invitati caldamente a studiare qualcosa di non filosofico (ad esempio: linguistica teorica o applicata, intelligenza artificiale, psicologia cognitiva, teoria del diritto, …).


Attività Didattica

2016-2017

2015-2016

2014-2015

2013-2014