VASSALLO Nicla Professore Ordinario
Sede: via Balbi 4
Tel: 010-2099844
Email: nicla.vassallo[at]unige.it
Home Page: http://www.niclavassallo.net

Laureata all’UniversitĂ  di Genova, specializzatasi al King’s College dell’UniversitĂ  di Londra, ove, sotto la guida di  “maestri” e ora colleghi, quali Cristopher Hughes, David Papineau, Mark Sainbury, Anthony Savile, Scott Sturgeon, studia epistemologia, logica, metafisica. Nei soggiorni londinesi, un incontro determinante per il suo accrescimento filosofico e umano, quello con Jennifer Hornsby, ora al Birkbeck College, nonchĂ© Emeritus Fellow del Corpus Christi College, Oxford.

Dopo il dottorato di ricerca in Filosofia della scienza, lavora dapprima come research fellow e in seguito quale ricercatrice. Dal 2003 al 2008 è professore invitato presso la FacoltĂ  di Psicologia dell’UniversitĂ  Vita-Salute San Raffaele, in cui tiene il corso di epistemologia. Dal 2005, ancor giovanissima per le consuetudini italiane, diviene professore ordinario presso il Dipartimento di Filosofia dell’UniversitĂ  di Genova, ove insegna Filosofia teoretica e fa parte del corpo docente del dottorato di ricerca in Filosofia, interuniveritĂ  “Fino”.

Pensiero

Si è interessata a fondo dell’opera di George Boole e di Gottlob Frege, su cui ha scritto articoli e volumi, tra cui La depsicologizzazione della logica. Un confronto tra Boole e Frege, e, con la statunitense Pieranna Garavaso, Frege on Thinking and Its Epistemic Significance,. L’interesse per Frege e per il dibattito psicologismo/antipsicologismo si collegano all’antitesi tra naturalismo/anti-naturalismo, su cui, oltre a numerosi saggi, Nicla Vassallo ha redatto volumi antesignani quali La naturalizzazione dell’epistemologia e Teorie della conoscenza filosofico-naturalistiche, concentrandosi sulle opere di Willard Van Orman Quine e Alvin I. Goldman.

Le sue ricerche epistemologiche (per cui è stata chiamata da Umberto Eco a redarre  la voce “La nuova epistemologia”, per  Historia, la grande storia della civiltĂ  europea, volume V: Il Novecento, voce poi ristampata in Storia della civiltĂ  europea, volume XIV: Il Novecento – Comunicazione, Filosofia, nelle grandi Collane del Corriere della Sera) hanno prodotto, tra l’altro, Teoria della conoscenza nonchĂ© Per sentito dire: conoscenza e testimonianza, volume che si è aggiudicato l’ambito premio di filosofia “Viaggio a Siracusa”[1]. La filosofia si occupa ora e attivamente di filosofia femminista sotto il profilo conoscitivo. E difatti si è conquistata un posto di rilievo su diversi temi nell’ambito delle filosofie femministe internazionali, sempre in opposizione con la filosofia della differenza sessuale, rappresentata in Italia principalmente da Luisa Muraro e Adriana Cavarero: ciò si registra, distintamente in volumi quali Filosofie delle donne, ma non solo. Dal suo interesse per le filosofie femministe è scaturito quello per gli studi lesbici, e piĂą in generale quello per le filosofie dell’omosessualitĂ , da cui il suo volume «Il matrimonio omosessuale è contro natura»: Falso! (in seconda edizione, a solo quindici giorni dalla sua prima edizione.)

Agnostica e aperta alla discussione pubblica (numerosi i suoi interventi a favore dei diritti umani e civili, in dialoghi e collaborazioni, tra cui si annoverano, quelle con Remo Bodei, Stefano RodotĂ , Salvatore Veca) ha trattato il tema degli amori non eterosessuali e del multiculturalismo in parecchi saggi, pure in confronto diretto con Martha Nussbaum Su religioni e fobie, ma non solo: Martha Nussbaum in un colloquio con Nicla Vassallo (“Materiali per una storia della cultura giuridica”, 2013)[2]. Tale confronto la ha ancor piĂą condotta a riflettere sul rapporto tra conoscenza e ignoranza, tematica di rilevante interesse, su cui Alvin. I. Goldman l’aveva giĂ  indirizzata in relazione dell’ignoranza di molti, nonchĂ© dell’esigenza della conoscenza per maturare la propria identitĂ  personale e il proprio senso di una responsabile cittadinanza.

Interessi scientifici

Opera principalmente nell’area della filosofia analitica, senza temere le filosofie continentali. I suoi interessi primari di ricerca riguardano la teoria della conoscenza, le filosofie femministe, i Gender Studies, la filosofia della scienza, la metafisica, il naturalismo filosofico, lo scetticismo. Al suo attivo ha piĂą di centocinquanta articoli scientifici in italiano e in inglese, apparsi su riviste specialistiche, in volumi collettanei, in proceedings di conferenze e in enciclopedie, mentre ha pubblicato numerosi volumi in qualitĂ  di autrice, di curatrice, di coautrice.

AttivitĂ  professionali

Considerati i suoi interessi di ricerca, è stata chiamata a far parte di numerosi Consigli Scientifici, sia di Fondazioni, sia di riviste filosofiche nazionali e internazionali, nonchĂ© ad essere associata CNR, oltre a essere stata invitata in piĂą occasioni al Festivalfilosofia. Ha progettato, promosso e organizzato una notevole quantitĂ  di convegni, a livello nazionale e internazionale, presso diverse istituzioni, su diverse tematiche. Ha collaborato con Il fatto quotidiano – Saturno, con L’UnitĂ , con la 27ora del Corriere della Sera. Scrive per diversi di filosofia e cultura per diverse testate e blog. Ha pubblicato due volumi di poesie: Orlando in ordine sparso e Metafisiche insofferenti per donzelle insolenti.

Opere

Alcuni volumi